Category Archives: BasketPassignano

Tutto pronto in riva al TRASIMENO

LA società del dott. Pinaglia è pronta alle nuove sfide… in riva al lago è oramai finita l’attesa per il nuovo palazzetto dello sport inaugurato ad aprile e la società è pronta a disputarci il prossimo campionato di serie D.
Tantissime le novità a partire dallo staff tecnico: la prima squadra verrà affidata a Cristiano Tofi chiamato a confermare la categoria guadagnata la scorsa stagione, ma soprattutto a creare un gruppo coeso di ragazzi che in molti casi si avvicinano per la prima volta a campionati senior. In larghissima misura il roster a disposizione di coach Tofi sarà formato da giovani del vivaio e meno giovani di rientro da altre esperienze. Da segnalare l’ingresso di Fumanti reduce dalle finali nazionali CSI, Monelli negli ultimi anni sempre nel campionato toscano e Conti nelle ultime stagioni a Ellera. Saranno del gruppo anche Ghezzi che la scorsa stagione ha ben figurato e Paolo Faloci guardia esperta nata ad Umbertide, ma da sempre nell’alta Toscana. Tra i più giovani da registrare l’ingresso in rosa di tutti i 2000 reduci dalla finale regionale, ma anche promettenti ragazzi più giovani che si dovranno far valere nel gruppo consolidato dello scorso anno. Nuova anche la guida atletica, che per la prossima stagione è stata affidata a Silvia Ciabatta vecchia conoscenza in casa bianco-celeste e che sicuramente tirerà a lucido i ragazzi.

Novità anche nel settore giovanile con la nuova entrata Emanuele Fratini che viene chiamato ad allenare il gruppo Under 18 dove c’è da segnalare il rientro del lungo Lucarini dall’esperienza a Perugia.
La guida dell’Under 15 sarà affidata ancora a Fabio Polvani da anni oramai riferimento del settore giovanile a Passignano, mentre la squadra Under 13 sarà guidata da Gianluca Santucci il quale viene chiamato al duro compito di compiere la transizione dal minibasket al basket. Importante anche la sfida di coach Giovanni Mercaldo, a lui infatti la società chiede di lavorare su un gruppo Under 13 Femminile sulla base di quanto d’interessante si è visto al Trasimeno Flippers Summer Camp con un gruppo di sole ragazze (30 tra 2000 e 2007).

A completare il lavoro in riva al lago ci pensano i Trasimeno Flippers del presidente Rossi che oltre la grande attività svolta durante il Camp porterà avanti tutto il minibasket lacustre.

Basket Passignano: esonerato Zampini

La Società Basket Passignano saluta il coach Danilo Zampini e lo ringrazia per i grandi risultati, non solo sportivi, conseguiti nella scorsa stagione e per la nuova professionalità portata in società.
Un ringraziamento particolare va anche al preparatore atletico Lorenzo Maria Berti per il lavoro svolto e per essere una persona di enorme correttezza e serietà.

La società dai prossimi giorni sarà al lavoro per cercare di completare il gruppo di ragazzi che affronteranno il campionato di serie D e per individuare una guida tecnica in grado di conseguire i risultati non solo sportivi che si è posta.

Per Danilo e Lorenzo un sincero in bocca al lupo da tutti i dirigenti.

Basket Passignano

Punto Promozione

Punto Promozione
FINAL FOUR
FINALISSIMA
B. Passignano 46
Leoni Altotevere 69
La cavalcata iniziata il 26 di Agosto finisce questa sera per il B. Passignano che ha onorato il Campionato di Promozione arrivando quale seconda assoluta dopo un’estenuante serie di incontri (e talvolta anche scontri) iniziati con il caldo estivo, proseguiti con il gelo del palaghiaccio a Tuoro e con la neve di Soriano e terminati ancora con il caldo con le final four di Città di Castello ed in più con in tasca una coppa dei secondi classificati e l’agognato accesso alla serie D.
Bravi tutti, per primi I ragazzi che si sono battuti fino alla fine come tigri (non posso dire come leoni ……

Punto Promozione

Punto Promozione
Final four 1giornata
Interamnia TR 61
B. Passignano 68
Buona la prima per I ragazzi di coach Zampini che battono I Ternani e conquistano cosi uno dei tre posti disponibili per la serie D. Ma non solo, la cosa che più conta è che domani possono giocarsi la finalissima contro I Leoni Altotevere per vincere il Campionato di Promozione.
La gara:
Subito avanti il Passignano che con autorità amministra sia in difesa che in attacco portandosi a + 10 con una certa facilità. Poi un’amnesia collettiva ed un secondo quarto dove le bocche da fuoco sparano a salve scordandosi che esistono anche le penetrazioni , consentono ai ternani di rientrare fino al 31 a 31alla sirena di metà gara. Non è dato sapere quello che il coach ha detto ai ragazzi durante l’intervallo, ma il terzo quarto ci riporta davanti , nonostante le tante indecisioni sopratutto in difesa che permettono ai nostri avversari di prendere secondi e anche terzi tiri. Se possiamo fare un appunto ai nostri stasera , è proprio quello di non essere riusciti a difendere con la consueta intensità. Comunque +6 alla fine del terzo quarto. Ultimo quarto altalenante con I ternani che si riportano sul -4 ,ma poi buone soluzioni dei nostri ci riportano a distanza di sicurezza. A metà quarto purtroppo un grave infortunio colpisce il nostro Bomber che è costretto a lasciare il campo. Un attimo di distrazione dei nostri che però si ricompattano subito e tengono sempre a distanza gli avversari. Dopo il quinto fallo di Ghezzi, il play Monti decide di prendere la squadra sulle spalle e gioca tutti I palloni disponibili, prendendosi molte responsabilità. Sul finale la roulette dei falli sistematici giocata dai ns avversari porta I nostri in lunetta , ma la mano è ferma ed I petti non tremano e anche le due bombe da tre messe dall’indomito num. 22 del Terni, non permettono ai nostri avversari di riavvicinarsi più di tanto. Il punteggio finale ribadisce una supremazia indiscutibile del B. Passignano che domani avrà la grande opportunità di ” vendicarsi ” dei Leoni Che ci hanno battuto entrambe le volte durante la regolar season e di giocare finalmente la gara decisiva per aggiudicarsi il Campionato. Domani sera , alle 19, si gioca anche per Gimmi che martedì sarà operato al tendine di achille. In bocca al lupo BOMBER

Punto Promozione

Punto Promozione
Quarti fin. Gara 3
B. Passignano 70
B. Fratta A 69
A P P L A U S I
Applausi per I ragazzi del Fratta che ce l’hanno messa tutta fino all’ultimo minuto rendendo la vita difficile ai nostri; è sicuramente la squadra che ha avuto in questo campionato I maggiori progressi ma di contro paga la giovane età dei propri tesserati : tecnicamente preparati, fisicamente esuberanti, baldanzosi e sfrontati finché tutto va bene,ma spauriti ed inconcludenti non appena I secondi cominciano a pesare e le azioni diventano tutte decisive. Cresceranno e saranno sicuramente una “brutta bestia” per tutti.
Applausi per gli arbitri che, nonostante qualche fischio in meno rispetto al dovuto, hanno comunque saputo tenere fino alla fine una partita non certo facile da gestire, vista l’importanza del risultato e l’intensità con cui è stata giocata dall’inizio fino alla fine.
Applausi scroscianti ad un pubblico che mai si era visto al Palatuoro così numeroso e rumoroso.
Applausi ai ragazzi delle squadre giovanili accorsi in massa e commoventi con I loro cori di incoraggiamento nei momenti più difficili della gara: ENCOMIABILI
Applausi a questa squadra che ha lavorato duramente durante tutta la stagione, superando momenti difficili ed il cui merito più grande è forse quello di riuscire a trovare una propria armonia interna in questo finale di stagione quando la fiducia fra compagni di squadra diventa uno degli elementi essenziali per chi vuole raggiungere dei risultati importanti. Non è facile in una squadra così eterogenea trovare I giusti equilibri ed arrivare ad una gara 3 dei play off con questa intensità e questa fame di vittoria in tutti I suoi elementi.
Applausi infine all’allenatore che, insieme al suo staff, ha saputo plasmare un gruppo infondendo in tutti la voglia di lottare fino alla fine senza mollare mai.
Applausi doppi a Danilo Zampini che in qualità di head coach è riuscito a portare entrambe le squadre da lui allenate (Promozione e U.18 )alle final four .
La gara in pillole :
Impossibile descrivere una gara che andava solo vissuta in diretta, ma ci proveremo . Il Fratta parte subito all’arrembaggio e con un’intensità che sembra stordire I nostri : difesa intensa e micidiali nei tiri da tre (4 su 4 nei primi minuti) creano subito un divario che si trascina per tutto il primo quarto, anche se contenuto sul finire dello stesso, e si ripete nel secondo quarto in egual misura. -6 al primo e -12 al riposo la dicono lunga sullo sforzo fatto dagli altotiberini nella prima parte. Da parte nostra 0/4 e 0/4 dalla lunga nei primi due quarti. Il terzo quarto scivola via con un sostanziale pareggio dal quale traspare comunque un leggero cambiamento di tendenza nell’andamento della gara. Nell’ultimo quarto una lunga bolina con vento a favore permette ai nostri di riportarsi a -2 a quattro minuti dalla fine e qui, come anche in gara 1, quando la gara sembra tutta a ns. Favore, I ragazzi di coach Zampini perdono la testa e bruciano quanto di buono avevano sin lí costruito. -6 a 1,02 dalla sirena. Qui la squadra si ricompatta e a differenza di gara 1 (e questo la dice lunga sulla maturazione dei giocatori) I cinque in campo, come in un tutt’uno con la panchina, l’allenatore ed il pubblico moltiplicano gli sforzi, chiudono gli spazi e si avventano sui malcapitati avversari come una marea inarrestabile che tutto travolge. -1 a 19 secondi dalla sirena e dopo aver fatto trascorrere una manciata di secondi Millucci raccoglie gli attributi e segna il tiro da due più importante della sua partita e forse dell’intera stagione. Poi la difesa fa la differenza ed il tiro sbilenco effettuato dagli avversari viene raccolto dallo stoico bomber Sabini che stringe a se la palla fino alla sirena che porta il Passignano alle
FINAL FOUR
del prossimo fine settimana in quel di Città di Castello. Ma questa sarà un’altra storia da vivere insieme a tutti I tifosi che vorranno seguirci.

Punto Promozione

Punto Promozione
Play off: quarti gara2
Fratta A 61
B. Passignano 68 d.t.s.
ARBITRI DEL NOSTRO DESTINO
Questo avevamo auspicato sabato dopo gara 1 e questo è accaduto. Ma non per caso, perché il caso nel basket non esiste. Voglia, determinazione, grinta, fame di vittoria, consapevolezza, …. questo si è visto in campo stasera al Palamorandi di Umbertide dove I nostri hanno saputo lottare punto a punto con gli avversari, senza cercare di vincere da soli, senza voler forzare a tutti I costi ( come era invece successo in gara 1 ), ma costruendo la vittoria possesso dopo possesso giocando ogni pallone, sia in attacco che in difesa, come fosse l’ultimo,fino al quinto suono della sirena.
La gara : pronti via 6 _ 0 per I nostri che sorprendono gli avversari schierandosi subito a zona (forse per la prima volta in questo torneo), ma non riescono poi a concretizzare il vantaggio rimanendo a lungo bloccati sui sei punti mentre gli avversari pian piano ci prendono le misure e recuperano punto su punto, ci superano e provano ad allungare come in gara 1, ma questa volta I nostri non ci stanno e ribattono punto su punto. La gara scivola via in un alternarsi di vantaggi da una parte e dall’altra finché sul finire del terzo quarto riusciamo a portarci sul 45 a 41 a nostro favore . Nell’ultimo quarto la partita si innervosisce ed il gioco diventa più spigoloso, a causa anche di un arbitraggio molto approssimativo e “timoroso”, ma I nostri sembrano in grado comunque di portare a casa la gara. Invece, sul finale, si fanno riprendere e quando le cose sembrano mettersi male per noi, ecco che viene fuori l’inesperienza dei nostri avversari che cominciano a “sentire” la partita e si fanno via via meno sicuri e baldanzosi. Si resta a lungo perciò sul 55 pari sino a 6 secondi dalla fine quando la penetrazione decisiva del nostro bomber Gimmi viene fermata con un fallo plateale (definibile anche come “terminale”) che gli arbitri decidono di non vedere tra lo stupore e l’indignazione dei presenti. Un clamoroso errore arbitrale porta dunque la gara all’over time. I nostri sono ancora sconcertati da quanto avvenuto poco prima e gli avversari ne approfittano per allungare portandosi sul +4 ; non solo, ma altre decisioni assurde dettate sicuramente dall’inesperienza dei direttori di gara, ci privano di canestri fatti, di falli subiti e sopratutto di due pedine fondamentali quali i fratelli Sabini costretti ad uscire entrambi per 5 falli. Quando tutto sembrava farsi più difficile, I ragazzi rimasti in campo sanno reagire, stringendo I ranghi in difesa e riescono ad approfittare della buona vena di un Lorenzo Millucci, veramente ispirato stasera, che decide di prendersi sulle spalle compagni, arbitri e avversari e chiudere la gara con fare perentorio e giocate finalmente decisive. I nostri infatti non sbagliano più nulla nè dal campo nè dalla lunetta , mentre I baldanzosi Umbertidesi diventano balbettanti ed insicuri commettendo errori anche sulle cose più facili. Il +7 finale per I nostri zittisce anche il pubblico (ma non certo I nostri supporters che hanno tifato rumorosamente per tutta la gara) e danno il buon viatico per una gara 3 che sarà senz’altro entusiasmante e che, come scrivevamo all’inizio, torna a renderci padroni del nostro destino. Tutti a Tuoro, quindi, sabato prossimo alle ore 20 per una gara che non ammette errori e che aprirà le porte delle final four alla squadra che avrà più coraggio e fame di vittoria.

Punto Promozione

Punto Promozione
Quarti Play Off gara 1:
B. Passignano 60
B. Fratta A 64
Brutto risveglio per I ragazzi di coach Zampini dopo le belle vittorie della fase ad incrocio e del primo turno dei play off. Tutto sembrava facile per I nostri fino a stasera, fino a quando hanno pensato alle final four quasi come ad un diritto acquisito grazie al buon andamento del Campionato, alle cose buone fatte fino ad oggi, ecc. ecc. senza rendersi conto che I play off sono un’altra cosa, che vanno affrontati con la determinazione e la consapevolezza che ogni istante va giocato al massimo, senza voltarsi a guardare il passato, ma pronti a sfruttare ogni possibilità che la gara ti mette davanti. Questo ci hanno insegnato oggi I ragazzi di Umbertide ,che sono partiti subito con il piglio giusto, che ci hanno surclassato sul piano della fame , della voglia di vincere, che non hanno mai mollato e che hanno saputo reagire anche quando li avevamo messi alle strette . Infatti dopo aver perso tutti e tre I primi periodi , nell’ultimo quarto finalmente I nostri organizzano una reazione che li porta dal – 14 al – 1 a 4 minuti dalla fine. Poi la luce si spenge, a causa forse dello sforzo fatto per recuperare la gara, ognuno di quelli che sono in campo ha pensato di fare l’eroe e risolvere da solo la gara con giocate insensate e inconcludenti e non siamo riusciti a portare a casa la partita.
Ma questa è solo una partita persa; pensare agli errori commessi per non ripeterli, pronti a tornare in campo mercoledi sera con un nuovo cipiglio e con la consapevolezza che andiamo ad Umbertide per riprenderci quello che è nostro, per riavere il diritto di essere arbitri del nostro destino e giocarci in casa le nostre chances di final four. Ad Umbertide quindi con la voglia e la grinta di chi non ha nulla da perdere e senza fare prigionieri. Forza ragazzi che mercoledì è un’altra storia e siamo convinti che ce la potete fare se sapete trovare dentro di voi le motivazioni vincenti.

Punto Promozione

Punto Promozione
Ottavi Play Off Gara 2
Perugia Basket 68
B. Passign. 77 dts
Siamo nei play off e questa è stata una vera gara da play off, dove Davide ha lottato con le unghie e con I denti per avere la meglio contro Golhia, ma, al contrario della narrazione biblica , è Golhia che in questo caso ha trionfato dopo un’epica battaglia senza esclusione di colpi. Nei play off, infatti,di qualunque sport ed a qualsiasi livello, nulla è mai dato per scontato ed il più piccolo errore e/o disattenzione possono pesare tantissimo sull’esito dello scontro. Questa sera ne abbiamo avuta una dimostrazione lampante dove un B. Passignano, straripante ed esuberante per 2/3 della gara si è visto raggiungere da un B. Perugia sicuramente volitivo e mai domo, che ha saputo approfittare della nostra presunzione e supponenza per tentare un’impresa che sembrava veramente impossibile.
LA GARA :
Dopo la minuziosa wscronaca fatta da Federico Lisi durante la gara (non è che sta tentando di fregarmi il lavoro ?!) Mi soffermerò solo su pochi aspetti essenziali per chi non fa parte del gruppo del B.Passignano.
Nei primi 26 minuti la gara sembrava essere la fotocopia di quella dell’andata con il Passignano che spadroneggiava ed I Perugini che arrancavano ad oltre 20 lunghezze di svantaggio e neppure il regista Tarantino avrebbe saputo inventarsi un finale così rocambolesco.A quattro minuti dalla fine del terzo quarto, un po’ di stanchezza forse o anche di rilassamento psicologico, fanno si che I nostri avversari recuperano una decina di punti dimezzando quasi lo svantaggio. L’inizio dell’ultimo quarto è veramente disastroso: da una parte noi che non riusciamo a fare canestro e dall’altra I baldi giovani di Perugia che, rinvigoriti dalla rimonta, moltiplicano gli sforzi fino a raggiungerci a poco dalla fine. A quel punto le nostre sorti sembrano segnate, quando un “miracoloso” time out chiesto da coach Zampini riusciva ad infondere calma ed una nuova consapevolezza dei propri mezzi a giocatori che al momento sembravano veramente spaesati. Il quarto va avanti punto a punto fino allo scadere con trilling finale causato dal cronometrista che, a soli 3,4 sec. Dalla fine, sul 64 pari e palla in mano ai perugini, si è “scordato” di far partire il cronometro. Fortunatamente I ns. Avversari non guardano il tempo ed tirano da centro campo senza prendere neanche il ferro.
Sedato il principio di rissa (al quale partecipa anche chi sta scrivendo sic!) e sostituito l’infido cronometrista, si parte con il tempo supplementare.
Qui il pathos dura poco, perché I nostri prendono subito in mano la situazione e non danno alcuna possibilità agli avversari chiudendo tutti gli spazi e colpendo con luciexdità. Zittito il tifo avversario si sente gridare solo “FORZA RAGAZZI” dai nostri supporter accorsi numerosi e rumorosi (grazie ai ragazzi dell’U. 18 )sugli spalti del PalaPellini. La gara finisce senza ulteriori sussulti sul 77 a 68 per noi. Stretta di mano con gli avversari e grandi abbracci dei nostri che liquidano così gli ottavi in sole due gare. Ed ora sotto a chi tocca, qualunque sia il prossimo avversario.
E adesso dobbiamo andare tutti a sostenere gli U 18 che domenica pomeriggio alle 17 affrontano un match decisivo per tentare di raggiungere I play off. FORZA FREGHI!!!

Punto Promozione

Punto Promozione
Ottavi Play Off Gara 1
B. Passignano 56
Perugia B. 34
Buona la prima al Palatuoro per un B. Passignano che ha affrontato con il giusto cipiglio le insidie che in una gara 1 di play off sono sempre latenti ma pronte a manifestarsi alla prima distrazione.
I ragazzi di coach Zampini sembrano maturati molto durante questo anno e sono riusciti a non perdere la concentrazione durante tutta la gara pur avendo di fronte un avversario sicuramente inferiore sul piano tecnico, ma molto motivato e mai domo. I baldi giovani Perugini infatti non hanno mai mollato, neanche sotto di 20, fino a pochi secondi dalla fine e questo la dice lunga su quello che ci aspetta in gara 2, nella quale, se vogliamo subito archiviare gli ottavi, dovremo mantenere la lucidità dimostrata in gara 1.
La gara :
Dopo I primi 5 minuti di impasse dovuta alla tensione, il Passignano ha iniziato una progressione costante, qualunque fosse il quintetto in campo, che ha portato a +5 alla fine del primo quarto e a +10 a metà gara. Nel terzo quarto uno strappo per lo più provocato dalle tante palle recuperate dal solito Sabini Giordan e finalmente finalizzate dalle nostre bocche da fuoco ci portano anche sul +20 che viene poi ridimensionato in parte da alcuni errori sul finale di quarto (+15). Nell’ultimo quarto vengono prontamente ripristinate le distanze che poi un’attenta difesa ci permette di mantenere fino alla fine. Su quest’ultima una parola bisogna per forza spenderla: quando vedi che sopra di 20 I tuoi giocatori ancora sono pronti a gettarsi per terra per recuperare palloni, qualunque allenatore non può che essere soddisfatto del lavoro fin qui prodotto ed anche I numerosi e calorosi tifosi finalmente venuti al Palazzetto per sostenere I propri beniamini non possono che essere entusiasti di quello che hanno potuto vedere.
La strada sembra essere quella giusta e la conferma potremo averla già giovedì sera, al Palapellini, dove I nostri ,alle ore 20,30, avranno modo di farci vedere di che pasta sono fatti. Speriamo che I tifosi ci seguano in tutte le partite di questa fase finale con lo stesso calore dimostrato ieri.

Basket Passignano-un anno insieme