Monthly Archives: maggio 2018

Under 18

FINALISSIMA U 18:
B.Passignano 47
Perugia Basket 56
Non è certo veritiero il punteggio finale che premia un Perugia Basket forse più lucido dei nostri nel finale di gara, dopo che tutta la partita ha visto le due squadre superarsi a vicenda solo per un’incollatura, con le difese nettamente prevalenti sugli attacchi. Poi tra la fine del terzo e l’inizio dell’ultimo quarto,a causa anche dei falli con cui siamo stati penalizzati fin dall’inizio della gara, la nostra difesa è costretta ad allentare un po’ e gli avversari ne approfittano per portarsi avanti fino alla doppia cifra. A questo punto scatta quel meccanismo incredibile per cui I nostri si trasformano, indossano I panni di Superman, innestano le famose quattro ruote motrici e, come un rullo compressore, travolgono tutto quello che hanno davanti. A questo punto non ce n’è per nessuno; comincia la rimonta : davanti si gioca in scioltezza e dietro le maglie sono talmente strette che non riesce a passare neanche uno spillo. A 5 minuti dall’ultima sirena l’agognato pareggio ed un trend partita che sembra spianarci la strada. Pronto il time out dei nostri avversari e subito al rientro una tripla che frena la nostra libidine ed il nostro fervore. La partita si trascina per un po’ con le due squadre che non riescono ad avere nettamente il sopravvento l’una dell’altra, ma con una spiacevole sensazione che sotto pelle comincia a farsi strada fra I tifosi di parte lacustre : qualche tiro non preso, qualche disattenzione in difesa, la sensazione che I nostri stiano uscendo pian piano dalla partita ed I perugini, che poco prima sembravano spauriti ed inconcludenti, si caricano di nuovo e non mollano più la presa. Basta infatti un mancato fischio arbitrale su un fallo sicuramente evidente a nostro favore con conseguente protesta che provoca un tecnico e quinto fallo ad uno dei nostri ragazzi migliori, che la partita in pratica finisce con due minuti di anticipo perché noi perdiamo la lucidità necessaria per tentare di ribaltare il punteggio che da quel momento in poi si allunga fino al + nove finale per I nostri avversari .
BRAVI, MOLTO BRAVI, ANZI BRAVISSIMI lo stesso questi ragazzi che durante tutta la stagione ci hanno fatto godere grazie alla loro grinta e alla loro voglia di vincere; le partite quasi perse e poi vinte di slancio la dicono lunga sulla voglia e sulle potenzialità di questi giovani e sulla bravura di un coach che in una sola stagione ha saputo prendere il meglio da ognuno di loro senza mai pretendere più di quello che potevano dare, cosa che spesso invece accade in società magari più blasonate della nostra, dove I giovani vengono spremuti finché non scoppiano e troppo spesso smettono di giocare . I nostri invece si divertono giocando e questa voglia di fare traspare chiaramente durante le gare disputate ed è merito assoluto di un grande Danilo Zampini al quale va tutta la riconoscenza e la stima della società.
Grazie allo stesso coach ed ai ragazzi più grandi che hanno saputo conquistare sul campo un traguardo prestigioso, alcuni giovani di questa squadra, l’anno prossimo avranno l’onore e l’onere d’impegnarsi in un Campionato sicuramente importante e forse superiore rispetto alle loro attuali possibilità,ma siamo sicuri che con la mano esperta e paterna dell’allenatore e con l’aiuto dei veterani del gruppo, sapranno ben integrarsi e daranno il loro contributo fatto di entusiasmo e grinta, sospinti sicuramente dal tifo scatenato e rumorosissimo che in questi ultimi tempi abbiamo tutti potuto ammirare e che l’anno prossimo gremirà il nuovo palazzetto di Passignano accompagnando i nostri in entusiasmanti cavalcate.
Godetevi dunque oggi I meritati festeggiamenti, perché, conoscendo bene coach e preparatore atletico, siamo certi che la baldoria non durerà a lungo e che presto si comincerà di nuovo a fare sul serio.
Ora tutti a dare una mano al camp che inizia tra poco più di 10 giorni e che rappresenta un altro fiore all’occhiello delle nostre società.

Under 18

Semifinale F4 U18 : Passignano – Foligno 58-55
(17-14; 22-27;  37-43; 58-55)
E siamo in finale!!!
Dopo una partita tiratissima che è iniziata con mezz’ora di ritardo per un disguido formale nella presentazione dei documenti, raggiungiamo la tanto agognata finale vincendo di misura contro un avversario fisicamente più forte grazie alla nostra capacità di non mollare mai, sorretti da un folto e rumoroso gruppo di supporters che non ha mai smesso di incoraggiarci.
Bell’avvio che ci vede prendere vantaggio e condurre senza grossi patemi fino alla fine del primo quarto.
Purtroppo il meccanismo si inceppa nel secondo quarto quando il Foligno cambia tattica e cerca di più le penetrazioni centrali mentre i nostri sbagliano le conclusioni in contropiede e non trovano il bandolo della matassa contro la difesa schierata. Infatti facciamo la miseria di 5 punti in tutto il quarto.
Il rientro dalla pausa lunga più concentrati e, sebbene il parziale del terzo quarto ci veda ancora perdere di un punto (15-16), si incomincia a rivedere la vis agonistica che ci contraddistingue e che si manifesta completamente nell’ultimo tempo.
Break travolgente di 12 a 2 ed incontro ribaltato a nostro favore. Raggiungiamo anche i 7 punti di margine e ci potrebbe essere anche il colpo del ko ma a 4 minuti dal termine ci riblocchiamo e gli avversari, agevolati da un paio di decisioni arbitrali, si rifanno sotto fino a – 2.
Ultimo minuto con fallo sistematico, tiri liberi sia sbagliati che segnati da ambo le parti ed ultima azione degli avversari, sul +3 per noi, che finisce con un tiro da 3 corto.

Punto Promozione

Punto Promozione
FINAL FOUR
FINALISSIMA
B. Passignano 46
Leoni Altotevere 69
La cavalcata iniziata il 26 di Agosto finisce questa sera per il B. Passignano che ha onorato il Campionato di Promozione arrivando quale seconda assoluta dopo un’estenuante serie di incontri (e talvolta anche scontri) iniziati con il caldo estivo, proseguiti con il gelo del palaghiaccio a Tuoro e con la neve di Soriano e terminati ancora con il caldo con le final four di Città di Castello ed in più con in tasca una coppa dei secondi classificati e l’agognato accesso alla serie D.
Bravi tutti, per primi I ragazzi che si sono battuti fino alla fine come tigri (non posso dire come leoni ……

Punto Promozione

Punto Promozione
Final four 1giornata
Interamnia TR 61
B. Passignano 68
Buona la prima per I ragazzi di coach Zampini che battono I Ternani e conquistano cosi uno dei tre posti disponibili per la serie D. Ma non solo, la cosa che più conta è che domani possono giocarsi la finalissima contro I Leoni Altotevere per vincere il Campionato di Promozione.
La gara:
Subito avanti il Passignano che con autorità amministra sia in difesa che in attacco portandosi a + 10 con una certa facilità. Poi un’amnesia collettiva ed un secondo quarto dove le bocche da fuoco sparano a salve scordandosi che esistono anche le penetrazioni , consentono ai ternani di rientrare fino al 31 a 31alla sirena di metà gara. Non è dato sapere quello che il coach ha detto ai ragazzi durante l’intervallo, ma il terzo quarto ci riporta davanti , nonostante le tante indecisioni sopratutto in difesa che permettono ai nostri avversari di prendere secondi e anche terzi tiri. Se possiamo fare un appunto ai nostri stasera , è proprio quello di non essere riusciti a difendere con la consueta intensità. Comunque +6 alla fine del terzo quarto. Ultimo quarto altalenante con I ternani che si riportano sul -4 ,ma poi buone soluzioni dei nostri ci riportano a distanza di sicurezza. A metà quarto purtroppo un grave infortunio colpisce il nostro Bomber che è costretto a lasciare il campo. Un attimo di distrazione dei nostri che però si ricompattano subito e tengono sempre a distanza gli avversari. Dopo il quinto fallo di Ghezzi, il play Monti decide di prendere la squadra sulle spalle e gioca tutti I palloni disponibili, prendendosi molte responsabilità. Sul finale la roulette dei falli sistematici giocata dai ns avversari porta I nostri in lunetta , ma la mano è ferma ed I petti non tremano e anche le due bombe da tre messe dall’indomito num. 22 del Terni, non permettono ai nostri avversari di riavvicinarsi più di tanto. Il punteggio finale ribadisce una supremazia indiscutibile del B. Passignano che domani avrà la grande opportunità di ” vendicarsi ” dei Leoni Che ci hanno battuto entrambe le volte durante la regolar season e di giocare finalmente la gara decisiva per aggiudicarsi il Campionato. Domani sera , alle 19, si gioca anche per Gimmi che martedì sarà operato al tendine di achille. In bocca al lupo BOMBER

Punto Promozione

Punto Promozione
Quarti fin. Gara 3
B. Passignano 70
B. Fratta A 69
A P P L A U S I
Applausi per I ragazzi del Fratta che ce l’hanno messa tutta fino all’ultimo minuto rendendo la vita difficile ai nostri; è sicuramente la squadra che ha avuto in questo campionato I maggiori progressi ma di contro paga la giovane età dei propri tesserati : tecnicamente preparati, fisicamente esuberanti, baldanzosi e sfrontati finché tutto va bene,ma spauriti ed inconcludenti non appena I secondi cominciano a pesare e le azioni diventano tutte decisive. Cresceranno e saranno sicuramente una “brutta bestia” per tutti.
Applausi per gli arbitri che, nonostante qualche fischio in meno rispetto al dovuto, hanno comunque saputo tenere fino alla fine una partita non certo facile da gestire, vista l’importanza del risultato e l’intensità con cui è stata giocata dall’inizio fino alla fine.
Applausi scroscianti ad un pubblico che mai si era visto al Palatuoro così numeroso e rumoroso.
Applausi ai ragazzi delle squadre giovanili accorsi in massa e commoventi con I loro cori di incoraggiamento nei momenti più difficili della gara: ENCOMIABILI
Applausi a questa squadra che ha lavorato duramente durante tutta la stagione, superando momenti difficili ed il cui merito più grande è forse quello di riuscire a trovare una propria armonia interna in questo finale di stagione quando la fiducia fra compagni di squadra diventa uno degli elementi essenziali per chi vuole raggiungere dei risultati importanti. Non è facile in una squadra così eterogenea trovare I giusti equilibri ed arrivare ad una gara 3 dei play off con questa intensità e questa fame di vittoria in tutti I suoi elementi.
Applausi infine all’allenatore che, insieme al suo staff, ha saputo plasmare un gruppo infondendo in tutti la voglia di lottare fino alla fine senza mollare mai.
Applausi doppi a Danilo Zampini che in qualità di head coach è riuscito a portare entrambe le squadre da lui allenate (Promozione e U.18 )alle final four .
La gara in pillole :
Impossibile descrivere una gara che andava solo vissuta in diretta, ma ci proveremo . Il Fratta parte subito all’arrembaggio e con un’intensità che sembra stordire I nostri : difesa intensa e micidiali nei tiri da tre (4 su 4 nei primi minuti) creano subito un divario che si trascina per tutto il primo quarto, anche se contenuto sul finire dello stesso, e si ripete nel secondo quarto in egual misura. -6 al primo e -12 al riposo la dicono lunga sullo sforzo fatto dagli altotiberini nella prima parte. Da parte nostra 0/4 e 0/4 dalla lunga nei primi due quarti. Il terzo quarto scivola via con un sostanziale pareggio dal quale traspare comunque un leggero cambiamento di tendenza nell’andamento della gara. Nell’ultimo quarto una lunga bolina con vento a favore permette ai nostri di riportarsi a -2 a quattro minuti dalla fine e qui, come anche in gara 1, quando la gara sembra tutta a ns. Favore, I ragazzi di coach Zampini perdono la testa e bruciano quanto di buono avevano sin lí costruito. -6 a 1,02 dalla sirena. Qui la squadra si ricompatta e a differenza di gara 1 (e questo la dice lunga sulla maturazione dei giocatori) I cinque in campo, come in un tutt’uno con la panchina, l’allenatore ed il pubblico moltiplicano gli sforzi, chiudono gli spazi e si avventano sui malcapitati avversari come una marea inarrestabile che tutto travolge. -1 a 19 secondi dalla sirena e dopo aver fatto trascorrere una manciata di secondi Millucci raccoglie gli attributi e segna il tiro da due più importante della sua partita e forse dell’intera stagione. Poi la difesa fa la differenza ed il tiro sbilenco effettuato dagli avversari viene raccolto dallo stoico bomber Sabini che stringe a se la palla fino alla sirena che porta il Passignano alle
FINAL FOUR
del prossimo fine settimana in quel di Città di Castello. Ma questa sarà un’altra storia da vivere insieme a tutti I tifosi che vorranno seguirci.

Under 18

U18 Assisi – Passignano
Vittoria meritata e sofferta sul campo dell’Assisi nonostante le assenze pesanti di Baccari e Bucaioni.
Inizio di gara punto a punto con gli avversari che attuano un’ostica difesa a zona che non abbandoneranno mai nel corso dell’incontro.
Chiudiamo comunque sopra di due.
Il vantaggio si ampia nettamente grazie ad un ottimo inizio di secondo quarto. Il break di 8 a 0 ci porta alla doppia cifra di scarto che potrebbe ulteriormente incrementarsi senza la caduta di intensità che però ci colpisce nel finale del tempo (37 a 43 per noi).
Il ritorno dagli spogliatoi non è dei migliori e gli Assisani, grazie a nostri errori banali e alla nostra spasmodica ricerca di soluzioni estemporanee e personali, si rifanno sotto (44-46).
Addirittura a metà del quarto quarto siamo in parità sul 63-63 e tre nostre pedine gravate di 4 falli.
Provvidenziale un mini break di 4 a 0 con due palloni rubati ci riporta avanti. Riusciamo a gestire il vantaggio nei minuti finali nonostante la fretta di concludere invece di una più sicura gestione del tempo.
Ora ci attendono le final 4 a Perugia il 28 e 29 maggio, in compagnia di Perugia, Foligno ed Umbertide.

Punto Promozione

Punto Promozione
Play off: quarti gara2
Fratta A 61
B. Passignano 68 d.t.s.
ARBITRI DEL NOSTRO DESTINO
Questo avevamo auspicato sabato dopo gara 1 e questo è accaduto. Ma non per caso, perché il caso nel basket non esiste. Voglia, determinazione, grinta, fame di vittoria, consapevolezza, …. questo si è visto in campo stasera al Palamorandi di Umbertide dove I nostri hanno saputo lottare punto a punto con gli avversari, senza cercare di vincere da soli, senza voler forzare a tutti I costi ( come era invece successo in gara 1 ), ma costruendo la vittoria possesso dopo possesso giocando ogni pallone, sia in attacco che in difesa, come fosse l’ultimo,fino al quinto suono della sirena.
La gara : pronti via 6 _ 0 per I nostri che sorprendono gli avversari schierandosi subito a zona (forse per la prima volta in questo torneo), ma non riescono poi a concretizzare il vantaggio rimanendo a lungo bloccati sui sei punti mentre gli avversari pian piano ci prendono le misure e recuperano punto su punto, ci superano e provano ad allungare come in gara 1, ma questa volta I nostri non ci stanno e ribattono punto su punto. La gara scivola via in un alternarsi di vantaggi da una parte e dall’altra finché sul finire del terzo quarto riusciamo a portarci sul 45 a 41 a nostro favore . Nell’ultimo quarto la partita si innervosisce ed il gioco diventa più spigoloso, a causa anche di un arbitraggio molto approssimativo e “timoroso”, ma I nostri sembrano in grado comunque di portare a casa la gara. Invece, sul finale, si fanno riprendere e quando le cose sembrano mettersi male per noi, ecco che viene fuori l’inesperienza dei nostri avversari che cominciano a “sentire” la partita e si fanno via via meno sicuri e baldanzosi. Si resta a lungo perciò sul 55 pari sino a 6 secondi dalla fine quando la penetrazione decisiva del nostro bomber Gimmi viene fermata con un fallo plateale (definibile anche come “terminale”) che gli arbitri decidono di non vedere tra lo stupore e l’indignazione dei presenti. Un clamoroso errore arbitrale porta dunque la gara all’over time. I nostri sono ancora sconcertati da quanto avvenuto poco prima e gli avversari ne approfittano per allungare portandosi sul +4 ; non solo, ma altre decisioni assurde dettate sicuramente dall’inesperienza dei direttori di gara, ci privano di canestri fatti, di falli subiti e sopratutto di due pedine fondamentali quali i fratelli Sabini costretti ad uscire entrambi per 5 falli. Quando tutto sembrava farsi più difficile, I ragazzi rimasti in campo sanno reagire, stringendo I ranghi in difesa e riescono ad approfittare della buona vena di un Lorenzo Millucci, veramente ispirato stasera, che decide di prendersi sulle spalle compagni, arbitri e avversari e chiudere la gara con fare perentorio e giocate finalmente decisive. I nostri infatti non sbagliano più nulla nè dal campo nè dalla lunetta , mentre I baldanzosi Umbertidesi diventano balbettanti ed insicuri commettendo errori anche sulle cose più facili. Il +7 finale per I nostri zittisce anche il pubblico (ma non certo I nostri supporters che hanno tifato rumorosamente per tutta la gara) e danno il buon viatico per una gara 3 che sarà senz’altro entusiasmante e che, come scrivevamo all’inizio, torna a renderci padroni del nostro destino. Tutti a Tuoro, quindi, sabato prossimo alle ore 20 per una gara che non ammette errori e che aprirà le porte delle final four alla squadra che avrà più coraggio e fame di vittoria.

Under 16

Under 16
Sansepolcro 58 Passignano 47
Una partita che parte con un sostanziale equilibrio, nei primi due quarti il ritmo nn è tanto altro, e gli errori si manifestano da entrambe le parti. Si va all’intervallo lungo con il punteggio di 28-28.
Nel terzo quarto i padroni di casa, alzano leggermente il ritmo trovando buone soluzioni in attacco. Il passignano nn riesce a imporre il suo gioco in velocità che di solito mostra durante le partite. Il quarto periodo inizia con il passignano sotto di sette lunghezze, con il punteggio di di 42-35. I ragazzi cercano di recuperare il gap subito, e si riportano fino al meno 4, sopratutto con l’aiuto dei ragazzi della panchina. Ma nel finale le forze fisiche e la lucidità mentale vengono a mancare.Portando i padroni di casa sul più 11. Finale 58-47

Punto Promozione

Punto Promozione
Quarti Play Off gara 1:
B. Passignano 60
B. Fratta A 64
Brutto risveglio per I ragazzi di coach Zampini dopo le belle vittorie della fase ad incrocio e del primo turno dei play off. Tutto sembrava facile per I nostri fino a stasera, fino a quando hanno pensato alle final four quasi come ad un diritto acquisito grazie al buon andamento del Campionato, alle cose buone fatte fino ad oggi, ecc. ecc. senza rendersi conto che I play off sono un’altra cosa, che vanno affrontati con la determinazione e la consapevolezza che ogni istante va giocato al massimo, senza voltarsi a guardare il passato, ma pronti a sfruttare ogni possibilità che la gara ti mette davanti. Questo ci hanno insegnato oggi I ragazzi di Umbertide ,che sono partiti subito con il piglio giusto, che ci hanno surclassato sul piano della fame , della voglia di vincere, che non hanno mai mollato e che hanno saputo reagire anche quando li avevamo messi alle strette . Infatti dopo aver perso tutti e tre I primi periodi , nell’ultimo quarto finalmente I nostri organizzano una reazione che li porta dal – 14 al – 1 a 4 minuti dalla fine. Poi la luce si spenge, a causa forse dello sforzo fatto per recuperare la gara, ognuno di quelli che sono in campo ha pensato di fare l’eroe e risolvere da solo la gara con giocate insensate e inconcludenti e non siamo riusciti a portare a casa la partita.
Ma questa è solo una partita persa; pensare agli errori commessi per non ripeterli, pronti a tornare in campo mercoledi sera con un nuovo cipiglio e con la consapevolezza che andiamo ad Umbertide per riprenderci quello che è nostro, per riavere il diritto di essere arbitri del nostro destino e giocarci in casa le nostre chances di final four. Ad Umbertide quindi con la voglia e la grinta di chi non ha nulla da perdere e senza fare prigionieri. Forza ragazzi che mercoledì è un’altra storia e siamo convinti che ce la potete fare se sapete trovare dentro di voi le motivazioni vincenti.

Under 18

U18 Foligno – Passignano 76-66
Brutta sconfitta in trasferta più per nostri demeriti che per la forza degli avversari.
Al solito è il nostro carattere che distrugge quanto di positivo si può fare in campo. L’eccesso di nervosismo da cui consegue la mancanza di lucidità e la frenesia caotica e rabbiosa, ci fa spendere falli inutili, perdere palle banali e sbagliare tiri facili.
Ma veniamo alla cronaca.
Primo quarto dove racimoliamo solo 11 punti sbagliando tiri in contropiede e diversi tiri liberi. Iniziamo il secondo quarto sotto di 9 ma dopo alcuni minuti di nulla sembra che finalmente ci si sblocchi e  recuperati diversi palloni e stretta la difesa, chiudiamo addirittura in vantaggio 35 a 33.
L’inerzia sembra nelle nostre mani ma non è cosi. Nel terzo quarto ripiombiamo a meno 11 nel giro di pochi minuti. Non c’è reazione ed anzi facciamo falli inutili che costano cari.
Quarto quarto che ci vede recuperare fino a meno 3 ma un tecnico rimediato da D’Andrea, per una reazione inutile peraltro su un pallone recuperato con fallo dell’avversario, e la conseguente uscita per 5 falli ci manda nel blackout più totale.
Parziale di 14 a zero ed avversari a più 19 a 4 minuti dalla fine.
Finalmente i nostri escono dallo stato confusionale ed iniziano a giocare vicino ai livelli abituali. Recuperiamo fino a meno 6 ma non c’è più birra in corpo e finiamo subendo altri 4 punti.
Ora per poter accedere alle finali, non contando sui risultati delle avversarie, occorrerà un’impresa nell’ultima partita della seconda fase ad Assisi sabato prossimo 19 maggio .