Serie D

Camp. serie D
Passignano B. 70
B. Gubbio 54
Parziali : 19-11; 13-21; 20-16; 18-6 il
Ghezzi 9, Faloci 18, Rossi T. 17, Lisi 5, Fumanti 17, Ruci, Baffigi, Santucci 4, Conti, Rossi G., Piccioloni, Bianchi
Finalmente una fumata bianca per il B. Passignano che festeggia così la seconda del girone di ritorno, opposta a quel Gubbio che tanto male ci aveva fatto nel girone di andata. Avevamo parlato di una corazzata inarrestabile,molto equilibrata e forte in tutti I reparti che aveva impiegato poco più di un quarto per piegare un comunque indomito Passignano che non aveva certo sfigurato.
Ma questa è un’altra partita nella quale il quintetto schierato da coach Tofi parte subito in quarta lasciando di stucco avversari e tifosi (peraltro non proprio numerosissimi) con un gioco brioso,aperto,divertente, fatto di difesa arcigna che innesca contropiedi micidiali nei quali la fanno da padrona I lanci a tutto braccio del precisissimo Faloci , finalizzati dal cecchino Rossi Tommaso che, autore di ben 17 punti, oggi finalmente si riscatta da prestazioni non sempre all’altezza.
Il primo quarto scorre così : buona difesa dalla quale partono contropiedi sempre ben finalizzati o azioni ragionate che spesso finiscono con la palla data sotto a Fumanti che stasera riesce ad annichilire il pur esperto lungo avversario che nel tentativo vano di contrastarlo, si carica ben presto di falli uscendo di fatto dalla partita. Nel secondo quarto I nostri avversari reagiscono rabbiosamente e, stante anche le rotazioni necessarie per fare respirare I giocatori, riescono, con un perentorio 9 a 0, a mettere avanti la testa e sembrano mettere le ali così come era successo in quel di Gubbio. Ma il time out chiamato prontamente da coach Tofi serve a tranquillizzare I giocatori che serrano nuovamente le fila e ribattono colpo su colpo le bordate degli avversari. Si va all’intervallo lungo in perfetta parità sul 32 a 32 , ma con la sensazione che le cose andranno diversamente che all’andata. All’inizio del terzo quarto ricominciamo a macinare gioco e adesso chiunque entra in campo sa cosa fare e tutti riescono a dare il proprio contributo. Non possiamo pretendere di disintegrare una squadra forte come il Gubbio, ma stiamo lavorando l’avversario ai fianchi e nell’ultimo quarto riusciamo a tirare le fila del lavoro fatto. Il Gubbio tenta un timido recupero ma ormai nella nostra difesa non passa più nessuno, mentre in attacco le cose riescono più facilmente. Nei minuti finali c’è spazio e applausi per tutti che fanno da cornice ad una partita piacevole , giocata bene da entrambe le squadre, dove ognuno ha dato il 100% in fatto di grinta e determinazione, dove chi ha tirato lo ha fatto per centrare la retina e chi ha passato la palla lo ha fatto dando piena fiducia al proprio compagno.
Questa è l’armonia che deve regnare in una squadra che vuole puntare a salvarsi, ma sopratutto a crescere e togliersi qualche bella soddisfazione lungo la strada.
Tra una settimana,a Ellera, contro un’altra bella squadra che molto bene sta facendo in questo campionato e che all’andata ci ha dato un’altra bella lezione, avremo modo di testare I miglioramenti fatti e se la strada che abbiamo preso è finalmente quella giusta.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>